Etichettato: lacune

Ogni scarrafone è bello a mamma soja

Non sono mai contento di me stesso.

Tendo sempre a dubitare delle mie capacità e a giudicare il mio operato fin troppo cinicamente. Nella testa sempre quel tarlo fisso di saper e poter dare di più. Guardo me e gli altri, cerco di trarre ispirazione da ogni cosa…ma in particolare da chi mi provoca quel BANG in testa, quella sensazione che mi fa restare a bocca/mente aperta e dire “ma io che c***o ho fatto fin ora?”…così, dal nulla (ultimo in ordine di tempo: Ellion Erwitt).

Mi son / vien chiesto molte volte: perché non trasformare in oro ciò che mi piace, dando vita a un qualcosa che possa dare soddisfazioni anche alle finanze (oltre che all’ego)? Non so perché non riesca…mille risposte, alcune note: la naturale paura dei salti nel buio; una discreta dose di faccia tosta, che non ho; probabilmente…sicuramente, mi sento incompleto. Avverto in me delle gravi lacune e il bisogno di doverle colmare, attraverso la ricerca continua: ore “buttate” davanti a libri, corsi [ndr: è da un pò che non scrivevi, vero Ditti?], monitor, Google (fraterno amico) e altri strumenti didattici.

Come son critico verso me stesso, lo sono anche verso ciò che vedo ogni giorno.

» Prosegui la lettura…