Etichettato: reggio calabria

Open Day AnsaldoBreda a Reggio Calabria

Factory & Family - Open Day AnsaldoBreda 2014Per la prima volta nella storia, le OMECA aprono le porte al pubblico. Sarà possibile ammirare l’azienda, le officine ed i prodotti “sfornati” da uno dei (pochi) fiori all’occhiello della nostra città ed esportati in tutto il mondo (da Milano a Taipei).

Domani 9-17: prima o dopo delle polpette, fateci un salto! ;)

Per ulteriori informazioni: sito AnsaldoBreda

Intervista a “Il caffè è pagato” (08/04/13)


[BPRC] Intervista a “Il caffè è pagato” (08/04/13) from Davide Laganà // Ditti on Vimeo.

Il team di Ballerina Project RC è ospite di Pasquale Caprì nel talk-show “Il caffè è pagato”, in diretta dagli studi di ReggioTV. Si discute del progetto, della danza e del lavoro sin qui svolto.

Caffè pagato anche per Ditti

Breve post per segnalarvi che questo lunedì, insieme a Domenico Lofaro e Deborah Maria Posillipo, sarò ospite del talk-show Il caffè è pagato, condotto da Pasquale Caprì e in onda su RTV (canale 14 del digitale terrestre). Il tema dell’intervista sarà Ballerina Project Reggio Calabria: durante la diretta avremo modo di parlare del progetto, dei suoi futuri sviluppi e del lavoro svolto sul campo (oltre a mostrare alcuni degli scatti sin qui realizzati).

La trasmissione andrà in onda dalle 15:15 di lunedì 8 Aprile, oltre alle successive repliche (sia televisive che in streaming on-demand sul sito web di ReggioTV). Una buona occasione per parlare alla gente di cultura ed arte, nella speranza che il sottoscritto riesca a condurre l’intervista…in maniera decente (non avendo propriamente un gran feeling con le telecamere)!

Vi invito pertanto a sintonizzarvi lunedì per la diretta, qualora l’argomento fosse di vostro interesse. Grazie per l’attenzione :)

Ogni scarrafone è bello a mamma soja

Non sono mai contento di me stesso.

Tendo sempre a dubitare delle mie capacità e a giudicare il mio operato fin troppo cinicamente. Nella testa sempre quel tarlo fisso di saper e poter dare di più. Guardo me e gli altri, cerco di trarre ispirazione da ogni cosa…ma in particolare da chi mi provoca quel BANG in testa, quella sensazione che mi fa restare a bocca/mente aperta e dire “ma io che c***o ho fatto fin ora?”…così, dal nulla (ultimo in ordine di tempo: Ellion Erwitt).

Mi son / vien chiesto molte volte: perché non trasformare in oro ciò che mi piace, dando vita a un qualcosa che possa dare soddisfazioni anche alle finanze (oltre che all’ego)? Non so perché non riesca…mille risposte, alcune note: la naturale paura dei salti nel buio; una discreta dose di faccia tosta, che non ho; probabilmente…sicuramente, mi sento incompleto. Avverto in me delle gravi lacune e il bisogno di doverle colmare, attraverso la ricerca continua: ore “buttate” davanti a libri, corsi [ndr: è da un pò che non scrivevi, vero Ditti?], monitor, Google (fraterno amico) e altri strumenti didattici.

Come son critico verso me stesso, lo sono anche verso ciò che vedo ogni giorno.

» Prosegui la lettura…

Auguste e Louis? “Muriru!” (cit.)

Io e il grande schermo non abbiamo mai avuto un buon rapporto. Per carità, lo adoro…ma vuoi per mancanza di tempo, vuoi per mancanza della giusta compagnia, vuoi per dei gusti lontani dal cinepanettone, ci vado al massimo 3-4 volte l’anno (e sfido chiunque a tirar fuori una lista di lacune cinematografiche superiore alla mia). Ma bando alle ciance…vi racconto una storiella!

Ieri decido di andare al cinema a vedere The Blues Brothers in versione restaurata per il centenario della Universal, occasione più unica che rara di colmare una delle suddette lacune: spinto dalla soffiata del buon M., e incalzato dal calendario ristretto della Multisala Lumière, mi organizzo la serata con A. (fraterno amico dal buon palato) per andare al secondo spettacolo, in quanto impossibilitati entrambi per il primo. Ci sono tutti i presupposti per una bella serata “di nicchia”, come piacciono a me.

» Prosegui la lettura…